400dpiLogo

facebook
instagram
SmallLogoBW

I contenuti presenti sul blog Naturalmente Free non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. 
Copyright © 2018 Naturalmente Free by Isabella Vendrame. All rights reserved.

 

image-66

Le mie ricette... Naturalmente Senza! 

Niente ricette stellate, solo, le mie ricette.

 

Veloci e semplici da realizzare.

Gustose e genuine.

Vegetali, integrali, vitali.

 

Per chi, come te, come noi, ha poco tempo per cucinare e non ha dimestichezza con i fornelli.

Per chi desidera tornare ad una alimentazione naturale e di qualità, come quella che ben conoscevano i nostri nonni, in cui semplicità faceva rima con bontà.

Per chi, invece, desidera scoprire un modo diverso di mangiare, meno industriale ed artefatto, per ritrovare sapori, colori e profumi.

 

Non solo per chi vive l’ostacolo della celiachia, per chi ogni giorno deve fare i conti con intolleranze e disturbi gastrointestinali, ma ricette ideali per tutta la famiglia, per sentirsi uguali e mai soli, per condividere il piacere anche a tavola, nonostante tutto.

Senza differenze, senza etichette.

Mangiare senza può essere una necessità, una tappa della nostra vita, una scelta o semplicemente un modo per dare varietà alla nostra cucina.

 

MA SENZA COSA?

 

Tutte le ricette che troverai sono senza glutine, realizzate con farine e ingredienti che ne sono naturalmente privi. Mi raccomando, in caso di celiachia accertati sempre che tutti gli ingredienti che usi siano certificati e quindi privi di contaminazioni.

Sono senza lattosio e senza proteine del latte.

Sono senza lievito.

Sono senza ingredienti di origine animale, quindi senza uova, senza insaccati, senza formaggi, senza carne e pesce.

 

 

 

 

09/07/2018, 12:01

bambini, alimentazione bambini



In-cucina,-insieme!
In-cucina,-insieme!
In-cucina,-insieme!
In-cucina,-insieme!
In-cucina,-insieme!


 Coinvolgere i bambini nella preparazione dei pasti può diventare un momento di gioco, ma anche un’occasione importante per lo sviluppo di corrette abitudini alimentari.



Coinvolgere i bambini nellapreparazione dei pasti può diventare un momento di gioco, ma anche un’occasioneimportante perlo sviluppo di corrette abitudini alimentari. 

Recenti studi scientifici sottolineano sempre di più l’utilità dicoinvolgere i nostri figli nella preparazione dei pasti e far diventare lacucina un luogo meraviglioso e creativo in cui crescere ed imparare. 
I bambini hanno un approccio multimodale alla realtà e scoprono ilmondo attraverso l’uso dei sensi. E’ proprio per questo che cucinarerappresenta una attività divertente e gradita in cui poter toccare, scuotere,assaggiare ed annusare. Proporre di maneggiare mestoli, spezzettare verdure e mescolareimpasti può essere di aiuto per prendere confidenza con il cibo, scoprire ilmondo della frutta e degli ortaggi, avvicinarsi ad ingredienti nuovi comepossono essere ad esempio i cereali senza glutine. Fare con le proprie mani,poi, rende il piatto ancora più appetitoso! I bambini, realizzando una ricetta,vivono così una esperienza gratificante, accrescono la loro autostima, sisentono partecipi della vita di famiglia e iniziano a sviluppare una loroautonomia. 
Cucinare, soprattutto per i più grandi, può essere molto stimolantedal punto di vista cognitivo per comprendere quelle nozioni di matematica chevengono insegnate a scuola. Ecco che dosare degli ingredienti, pesarli,sommarli o sottrarli, attendere il tempo giusto per la lievitazione o lacottura e dividere in parti uguali una torta, una è più solo un gioco. 

E se a volte il tempo manca, se per noi cucinare è diventato un atto automatico efrettoloso, proviamo a ritagliare qualche momento per condividere lapreparazione della merenda o della cena. Magari, insieme, riscopriremo anchenoi il piacere di cucinare!  

CUCINARE INSIEME PER... 
Liberare fantasia e creatività 
Sviluppare nuove abilità 
Conoscere "da vicino" alimenti,ingredienti ed utensili 
Accrescere la propria autonomia 
Rinforzare le relazioni familiari 
Imparare e consolidare sane abitudinialimentari 
Accrescere l’autostima  

QUANDO E COME? 
Giàa 2 anni i bambini possono essere coinvolti privilegiando l’aspetto ludico.Possiamo fargli sbucciare un mandarino, staccare gli acini dell’uva,spezzettare le foglie dell’insalata o mettere le mani dentro l’impasto dellepolpette. Scegliamo insieme gli ingredienti del frullato e la frutta per lamacedonia, decidiamo per colori e per forme. 

Dai3 anni sono in grado di rompere un uovo e versare gli ingredienti, di lavare lafrutta e condire le verdure. 

Dai5-6 anni è possibile fare molte cose insieme. Scegliamo la ricetta, se ilbambino è già in grado di leggere, leggiamola insieme, prepariamo gliingredienti, pesiamoli, usiamo utensili e coltelli di plastica sempre sottoattenta supervisione. Spieghiamo, mostriamo, riordiniamo insieme e... ridiamo, sela torta si brucia o la pizza non lievita!
06/07/2018, 19:13

riso, senza glutine, cereali



Un-chicco-tipicamente-italiano-tutto-da-riscoprire


  Il riso, cereale perfetto per chi non può mangiare il glutine, ideale per chi cerca una alternativa al frumento, immancabile per chi desidera coniugare gusto e nutrimento. Oltretutto, tipicamente italiano!



Il riso, cereale perfetto per chi non può mangiare il glutine, idealeper chi cerca una alternativa al frumento, immancabile per chi desidera coniugaregusto e nutrimento.

Non dovrebbe mai mancare sulle nostre tavole, come non manca mai su quelle asiatiche che lo considerano un vero cibo medicina.
Gli asiatici ne mangiano a volontà con un consumo superiore ai 100 kg pro capite annuo. I chicchi più famosi? Il riso Basmati, prodotto in particolare aovest dell’Himalaya, dal granello lungo e sottile e dal caratteristico aroma. L’altrettantoaromatico Jasmine, riso al gelsominooriginario della Thailandia, tradizionalmente cotto al vapore. Ed, infine, ilconsumatissimo riso per sushi,piatto tipico della cucina giapponese, dai chicchi cristallini eparticolarmente collosi.

Già... e in Italia? Nel nostro paese si concentra circa il 50 per cento della produzione europea, ma in quanto a mangiarlo... non se parla proprio. Solo un terzo finisce sui nostri piatti e il restante viene esportato.
Nonostante squisite ricette tradizionali di risotti, minestre e timballi, dolci e creme, sembra che noi italiani sappiamo associare al riso solo quel triste piatto condito con olio e parmigiano da mangiare quando si sta male!
E se cerchiamo una alternativa al glutine, pensiamo alla quinoa, al mais, al miglio e solo dopo al riso.
Banale? Scontato? Poco invitante? 

Il mio è un invito alla riscoperta di quello che è una vera eccellenza del nostro territorio. Con Naturalmente Free vi porterò a conoscere le proprietà e varietà del riso, coltivazione ed aziende, senza tralasciare ovviamente ricette tradizionali e moderne, tutte, rigorosamente, senza!
06/07/2018, 19:01

grano saraceno, piatto unico, senza glutine, senza lattosio, vegan



Grano-saraceno-alla-pizzaiola
Grano-saraceno-alla-pizzaiola
Grano-saraceno-alla-pizzaiola
Grano-saraceno-alla-pizzaiola


 Un piatto energetico e ricostituente dal profumo tipicamente italiano!



Un piatto energetico e ricostituente dal profumo tipicamente italiano!

INGREDIENTI (per 4 persone):
250 gr di grano saracenodecorticato
10 pomodorini 
150 gr di rucola 
germogli di erba medica a piacere
mozzarisella o altroformaggio vegetale
origano, basilico e olio extravergine per condire

Tostate il grano saracenoin un tegame con un filo d’olio, coprite d’acqua (circa 500 ml) e portate a bollore. Di solitosono sufficienti circa 20 minuti. Quando l’acqua è stata assorbita spegnete il fuoco e lasciate raffreddare, altrimentiper tempi più rapidi sciacquate il grano saraceno sotto l’acqua fredda in mododa poter procedere con il condimento. Condite la vostra insalata con la rucolae i pomodorini tagliati a piccoli pezzetti, poi aggiungete qualche germoglio,dei dadini di formaggio vegetale ed infine l’origano, il basilico e l’olio extravergine.
 
Un piatto unico, adatto sia per il pranzo che per la cena, che ci regala energia e leggerezza allostesso tempo.Il merito è del grano saraceno, uno pseudo cereale checon il suo nome ci evoca terre e sapori lontani. In realtà è coltivato non soloin Asia, ma anche in trentino e in Valtellina, diventando ingrediente base dipiatti come la famosa "polenta taragna" o i "pizzoccheri". 
Le sue proprietànutrizionali sono meravigliose. Naturalmente privo di glutine, contiene tutti gli 8 aminoacidi essenziali, tra cui soprattutto la lisina, la treoninae il triptofano di cui spesso sono carenti gli altri cereali.E’ una fonte di sali minerali come ferro, zinco eselenio e di antiossidanti come la rutina che tonifica le pareti dei vasicapillari.
Il condimento a crudo arricchisce il piatto di altre vitamine ed in modo particolare di vitamina C che facilita l’assimilazione del ferro contenuto nel grano saraceno!

Ho preso spunto daicolori e dai profumi della nostra tradizione, per creare un piatto originale, un gustoso piatto senza, ma, tipicamente italiano!


15758

Leggi anche...

Sezioni...

Ultimi articoli

In cucina, insieme!

09/07/2018, 12:01

In-cucina,-insieme!In-cucina,-insieme!In-cucina,-insieme!In-cucina,-insieme!In-cucina,-insieme!

Coinvolgere i bambini nella preparazione dei pasti può diventare un momento di gioco, ma anche un’occasione importante per lo sviluppo di corrette abitudini alimentari.

Un chicco tipicamente italiano tutto da riscoprire

06/07/2018, 19:13

Un-chicco-tipicamente-italiano-tutto-da-riscoprire

Il riso, cereale perfetto per chi non può mangiare il glutine, ideale per chi cerca una alternativa al frumento, immancabile per chi desidera coniugare gusto e nutrimento. Oltretutto, tipicamente italiano!

Grano saraceno alla pizzaiola

06/07/2018, 19:01

Grano-saraceno-alla-pizzaiolaGrano-saraceno-alla-pizzaiolaGrano-saraceno-alla-pizzaiolaGrano-saraceno-alla-pizzaiola

Un piatto energetico e ricostituente dal profumo tipicamente italiano!

Create a website