400dpiLogo

facebook
instagram
SmallLogoBW

I contenuti presenti sul blog Naturalmente Free non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. 
Copyright © 2018 Naturalmente Free by Isabella Vendrame. All rights reserved.

 

image-66

Le mie ricette... Naturalmente Senza! 

Niente ricette stellate, solo, le mie ricette.

 

Veloci e semplici da realizzare.

Gustose e genuine.

Vegetali, integrali, vitali.

 

Per chi, come te, come noi, ha poco tempo per cucinare e non ha dimestichezza con i fornelli.

Per chi desidera tornare ad una alimentazione naturale e di qualità, come quella che ben conoscevano i nostri nonni, in cui semplicità faceva rima con bontà.

Per chi, invece, desidera scoprire un modo diverso di mangiare, meno industriale ed artefatto, per ritrovare sapori, colori e profumi.

 

Non solo per chi vive l’ostacolo della celiachia, per chi ogni giorno deve fare i conti con intolleranze e disturbi gastrointestinali, ma ricette ideali per tutta la famiglia, per sentirsi uguali e mai soli, per condividere il piacere anche a tavola, nonostante tutto.

Senza differenze, senza etichette.

Mangiare senza può essere una necessità, una tappa della nostra vita, una scelta o semplicemente un modo per dare varietà alla nostra cucina.

 

MA SENZA COSA?

 

Tutte le ricette che troverai sono senza glutine, realizzate con farine e ingredienti che ne sono naturalmente privi. Mi raccomando, in caso di celiachia accertati sempre che tutti gli ingredienti che usi siano certificati e quindi privi di contaminazioni.

Sono senza lattosio e senza proteine del latte.

Sono senza lievito.

Sono senza ingredienti di origine animale, quindi senza uova, senza insaccati, senza formaggi, senza carne e pesce.

 

 

 

 

09/07/2018, 18:55

pasta senza glutine



La-pasta?-Io-la-scelgo-così...
La-pasta?-Io-la-scelgo-così...
La-pasta?-Io-la-scelgo-così...
La-pasta?-Io-la-scelgo-così...
La-pasta?-Io-la-scelgo-così...


 In commercio sono in vendita tantissime tipologie di pasta senza glutine. Come e quali scegliere?



Quando ti dicono chedovrai togliere il glutine dalla tua alimentazione, la prima cosa che pensi èche dovrai dire addio per sempre ai tuoi amati spaghetti. Non vedi sciagurapeggiore di questa. Ti abbatti, ti senti preso dallo sconforto ed, intanto, tiassale una voglia di pasta come mai prima in vita tua! 
Mille pensieri diversiti travolgono e non capisci più cosa devi fare, cosa devi comprare esoprattutto cosa devi magiare. 
Ti parlano di cereali alternativi dai nomi maisentiti come quinoa, grano saraceno, amaranto, teff e i più rassicuranti efamiliari riso e mais. 
Ti dicono che la pasta la potrai mangiare ancora, ma noncapisci bene come...

Non c’è altro da fare. Viail vecchio e avanti il nuovo. E’ l’unica via d’uscita.

Spesso per cambiaredobbiamo essere costretti, soprattutto noi italiani che per definizione siamoquelli di "stessa spiaggia, stesso mare", ma, come tutti sappiamo, aprirsi al cambiamento è la cosa più difficile!

Nei negozi ormai é sempre piùfacile trovare pasta senza glutine e, rispetto a una volta, la qualità è piùalta, con vantaggio per salute e gusto. 
Quella più diffusa è realizzata confarine di riso e maisQuesti due cereali insieme regalano elasticità,compattezza e quasi non ti sembra di mangiare della pasta non di frumento. Cosìritrovi i tuoi amati spaghetti, le immancabili tagliatelle e poi penne efusilli, caserecce e ditalini, persino la pasta per le lasagne.

Nellalavorazione della pasta, è il glutine a dare consistenza, solidità e agarantire la tenuta in cottura, ecco perché, per ovviare a questa mancanza,spesso sulle etichette troviamo altri ingredienti oltre alle farine. Vengonoaggiunti additivi, inclusi mono e di-gliceridi degli acidi grassi, amidimodificati, emulsionanti come ad esempio la lecitina di soia e di girasole,fibre e proteine. Tra gli additivi anche inulina, fibra di psillium, derivatidei legumi che possono migliorare la consistenza del prodotto ed arricchirlo difibre. Se proprio, però, desideriamo aumentare la quota di fibre della nostrapasta, anziché puntare su quelle aggiunte industrialmente, perché non condirla semplicementecon tante verdure? Non mancano poi zuccheri aggiunti come lo sciroppo di cannada zucchero, dal potere dolcificante, sì, ma con la capacità di alzareulteriormente il picco glicemico del nostro piatto.  

Iopreferisco scegliere quella pasta realizzata con la sola farina del cereale cheho scelto, possibilmente biologica. Quindi sulla confezione acquisto dove trovoscritto 100% farina di grano saraceno biologica oppure farina di mais e risobiologiche (in percentuali variabili in base alla marca). 
Niente altro. 

Scopri cosìil sapore autentico dei cereali, quello delicato della pasta di solo risointegrale, ricca di fibre, o il gusto rustico di quella di grano saraceno,completa da un punto di vista nutrizionale per la presenza di proteinedall’alto valore biologico, oltre che di magnesio e manganese, oppure quelloparticolare della pasta di mais, nutriente e digeribile. 

Bisogna solo provare edassaggiare, scegliere ed alternare. E’ una pasta gradevolissima per tutti, nonsolo per celiaci ed intolleranti e sicuramente può trovare ampio consenso infamiglia.
09/07/2018, 12:01

bambini, alimentazione bambini



In-cucina,-insieme!
In-cucina,-insieme!
In-cucina,-insieme!
In-cucina,-insieme!
In-cucina,-insieme!


 Coinvolgere i bambini nella preparazione dei pasti può diventare un momento di gioco, ma anche un’occasione importante per lo sviluppo di corrette abitudini alimentari.



Coinvolgere i bambini nellapreparazione dei pasti può diventare un momento di gioco, ma anche un’occasioneimportante perlo sviluppo di corrette abitudini alimentari. 

Recenti studi scientifici sottolineano sempre di più l’utilità dicoinvolgere i nostri figli nella preparazione dei pasti e far diventare lacucina un luogo meraviglioso e creativo in cui crescere ed imparare. 
I bambini hanno un approccio multimodale alla realtà e scoprono ilmondo attraverso l’uso dei sensi. E’ proprio per questo che cucinarerappresenta una attività divertente e gradita in cui poter toccare, scuotere,assaggiare ed annusare. Proporre di maneggiare mestoli, spezzettare verdure e mescolareimpasti può essere di aiuto per prendere confidenza con il cibo, scoprire ilmondo della frutta e degli ortaggi, avvicinarsi ad ingredienti nuovi comepossono essere ad esempio i cereali senza glutine. Fare con le proprie mani,poi, rende il piatto ancora più appetitoso! I bambini, realizzando una ricetta,vivono così una esperienza gratificante, accrescono la loro autostima, sisentono partecipi della vita di famiglia e iniziano a sviluppare una loroautonomia. 
Cucinare, soprattutto per i più grandi, può essere molto stimolantedal punto di vista cognitivo per comprendere quelle nozioni di matematica chevengono insegnate a scuola. Ecco che dosare degli ingredienti, pesarli,sommarli o sottrarli, attendere il tempo giusto per la lievitazione o lacottura e dividere in parti uguali una torta, una è più solo un gioco. 

E se a volte il tempo manca, se per noi cucinare è diventato un atto automatico efrettoloso, proviamo a ritagliare qualche momento per condividere lapreparazione della merenda o della cena. Magari, insieme, riscopriremo anchenoi il piacere di cucinare!  

CUCINARE INSIEME PER... 
Liberare fantasia e creatività 
Sviluppare nuove abilità 
Conoscere "da vicino" alimenti,ingredienti ed utensili 
Accrescere la propria autonomia 
Rinforzare le relazioni familiari 
Imparare e consolidare sane abitudinialimentari 
Accrescere l’autostima  

QUANDO E COME? 
Giàa 2 anni i bambini possono essere coinvolti privilegiando l’aspetto ludico.Possiamo fargli sbucciare un mandarino, staccare gli acini dell’uva,spezzettare le foglie dell’insalata o mettere le mani dentro l’impasto dellepolpette. Scegliamo insieme gli ingredienti del frullato e la frutta per lamacedonia, decidiamo per colori e per forme. 

Dai3 anni sono in grado di rompere un uovo e versare gli ingredienti, di lavare lafrutta e condire le verdure. 

Dai5-6 anni è possibile fare molte cose insieme. Scegliamo la ricetta, se ilbambino è già in grado di leggere, leggiamola insieme, prepariamo gliingredienti, pesiamoli, usiamo utensili e coltelli di plastica sempre sottoattenta supervisione. Spieghiamo, mostriamo, riordiniamo insieme e... ridiamo, sela torta si brucia o la pizza non lievita!
06/07/2018, 19:13

riso, senza glutine, cereali



Un-chicco-tipicamente-italiano-tutto-da-riscoprire


  Il riso, cereale perfetto per chi non può mangiare il glutine, ideale per chi cerca una alternativa al frumento, immancabile per chi desidera coniugare gusto e nutrimento. Oltretutto, tipicamente italiano!



Il riso, cereale perfetto per chi non può mangiare il glutine, idealeper chi cerca una alternativa al frumento, immancabile per chi desidera coniugaregusto e nutrimento.

Non dovrebbe mai mancare sulle nostre tavole, come non manca mai su quelle asiatiche che lo considerano un vero cibo medicina.
Gli asiatici ne mangiano a volontà con un consumo superiore ai 100 kg pro capite annuo. I chicchi più famosi? Il riso Basmati, prodotto in particolare aovest dell’Himalaya, dal granello lungo e sottile e dal caratteristico aroma. L’altrettantoaromatico Jasmine, riso al gelsominooriginario della Thailandia, tradizionalmente cotto al vapore. Ed, infine, ilconsumatissimo riso per sushi,piatto tipico della cucina giapponese, dai chicchi cristallini eparticolarmente collosi.

Già... e in Italia? Nel nostro paese si concentra circa il 50 per cento della produzione europea, ma in quanto a mangiarlo... non se parla proprio. Solo un terzo finisce sui nostri piatti e il restante viene esportato.
Nonostante squisite ricette tradizionali di risotti, minestre e timballi, dolci e creme, sembra che noi italiani sappiamo associare al riso solo quel triste piatto condito con olio e parmigiano da mangiare quando si sta male!
E se cerchiamo una alternativa al glutine, pensiamo alla quinoa, al mais, al miglio e solo dopo al riso.
Banale? Scontato? Poco invitante? 

Il mio è un invito alla riscoperta di quello che è una vera eccellenza del nostro territorio. Con Naturalmente Free vi porterò a conoscere le proprietà e varietà del riso, coltivazione ed aziende, senza tralasciare ovviamente ricette tradizionali e moderne, tutte, rigorosamente, senza!


144454747

Leggi anche...

Sezioni...

Ultimi articoli

La pasta? Io la scelgo così...

09/07/2018, 18:55

La-pasta?-Io-la-scelgo-così...La-pasta?-Io-la-scelgo-così...La-pasta?-Io-la-scelgo-così...La-pasta?-Io-la-scelgo-così...La-pasta?-Io-la-scelgo-così...

In commercio sono in vendita tantissime tipologie di pasta senza glutine. Come e quali scegliere?

In cucina, insieme!

09/07/2018, 12:01

In-cucina,-insieme!In-cucina,-insieme!In-cucina,-insieme!In-cucina,-insieme!In-cucina,-insieme!

Coinvolgere i bambini nella preparazione dei pasti può diventare un momento di gioco, ma anche un’occasione importante per lo sviluppo di corrette abitudini alimentari.

Un chicco tipicamente italiano tutto da riscoprire

06/07/2018, 19:13

Un-chicco-tipicamente-italiano-tutto-da-riscoprire

Il riso, cereale perfetto per chi non può mangiare il glutine, ideale per chi cerca una alternativa al frumento, immancabile per chi desidera coniugare gusto e nutrimento. Oltretutto, tipicamente italiano!

Create a website