400dpiLogo

facebook
instagram
SmallLogoBW

I contenuti presenti sul blog Naturalmente Free non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. 
Copyright © 2018 Naturalmente Free by Isabella Vendrame. All rights reserved.

 

image-66

Le mie ricette... Naturalmente Senza! 

Niente ricette stellate, solo, le mie ricette.

 

Veloci e semplici da realizzare.

Gustose e genuine.

Vegetali, integrali, vitali.

 

Per chi, come te, come noi, ha poco tempo per cucinare e non ha dimestichezza con i fornelli.

Per chi desidera tornare ad una alimentazione naturale e di qualità, come quella che ben conoscevano i nostri nonni, in cui semplicità faceva rima con bontà.

Per chi, invece, desidera scoprire un modo diverso di mangiare, meno industriale ed artefatto, per ritrovare sapori, colori e profumi.

 

Non solo per chi vive l’ostacolo della celiachia, per chi ogni giorno deve fare i conti con intolleranze e disturbi gastrointestinali, ma ricette ideali per tutta la famiglia, per sentirsi uguali e mai soli, per condividere il piacere anche a tavola, nonostante tutto.

Senza differenze, senza etichette.

Mangiare senza può essere una necessità, una tappa della nostra vita, una scelta o semplicemente un modo per dare varietà alla nostra cucina.

 

MA SENZA COSA?

 

Tutte le ricette che troverai sono senza glutine, realizzate con farine e ingredienti che ne sono naturalmente privi. Mi raccomando, in caso di celiachia accertati sempre che tutti gli ingredienti che usi siano certificati e quindi privi di contaminazioni.

Sono senza lattosio e senza proteine del latte.

Sono senza lievito.

Sono senza ingredienti di origine animale, quindi senza uova, senza insaccati, senza formaggi, senza carne e pesce.

 

 

 

 

09/04/2019, 17:35

cioccolata, cacao, bevanda al cioccolato



Cacao-e-cioccolato,-una-lunga-e-prelibata-storia...
Cacao-e-cioccolato,-una-lunga-e-prelibata-storia...
Cacao-e-cioccolato,-una-lunga-e-prelibata-storia...
Cacao-e-cioccolato,-una-lunga-e-prelibata-storia...


 Tutto ebbe inizio da una antica leggenda atzeca



Tuttoebbe inizio da una antica leggenda atzeca.

Fu Quetzalcoatl, il dioserpente piumato, a portare in dono agli uomini per la prima volta un albero di cacao e ad insegnare lorocome coltivarlo. 
L’albero, però, era stato rubato agli dei perché solo loropotevano beneficiare dei suoi particolari frutti. Venne così mandato sullaterra il dio dell’oscurità per punire l’ingrato Serpente Piumato che vennefatto ubriacare. Gli uomini vedendolo in quello stato lo abbandonarono e feceroseccare gli alberi di cacao, ma quando il dio decise di andarsene dalla terra,ne lasciò cadere alcuni semi. 

Furono i Maya, già 3000 anni fa, i primi a coltivare lapianta del cacao e ad utilizzare i suoi particolari frutti. 

Chiamato kakawa, il cacao diventò presto un vero e propriotesoro e i suoi semi diventarono la base del loro sistema monetario. 
Un seme dicacao, ad esempio, valeva l’equivalente di 4 pannocchie, cento semi, una canoao un mantello in cotone. 
Dai suoi semi ricavavanoun nettare, la xocoatl, letteralmenteacqua amara, una bevanda che tanto piaceva e che aiutava a superare i periodidi fame. 
Era semplicemente cacao sciolto nell’acqua e mischiato a spezie comepepe e peperoncino. Veniva bevuta calda, a differenza degli Aztechi che,invece, la consumavano fredda. 

Il primo europeo che conobbe ilcacao fu Cristoforo Colombo grazie al suo viaggio nel nuovo continente, ma isemi non ebbero subito fortuna, come non la ebbe la bevanda atzeca da essiderivata per via del gusto amaro e troppo speziato.

Dovettero passare dieci anni efu con l’arrivo di Fernando Cortés in Messico che gli europei riscoprirono ilcacao. 
Proposero una nuova versione della xocoatl resa dolce dalla vaniglia,dalla cannella, dal miele o dallo zucchero. 
Si ebbe così un crescendo difavori che porterà il cacao in tutti i salotti d’Europa.

Tra i suoi principaliestimatori vi erano gli alti prelati della chiesa che lo consumavano comefarmaco ricostituente, in grado di favorire gli sforzi e donare lucidità,durante i periodi in cui praticavano il digiuno.  

Dal cacao al cioccolato...
E’ nell’ Ottocento, e piùprecisamente nel 1828, che venne brevettato il metodo per separare dai semi delcacao la polvere e il burro. Questo sistema portò alla nascita del modernocioccolato industriale così come noi lo conosciamo ed apprezziamo, con lacreazione di cioccolatini e tavolette.  

Una tradizionale cioccolata  
Ingredienti per 4 tazze: 
500 ml acqua 
80 gr cacaoamaro 
peperoncino q.b. 
cannella q.b. 
vaniglianaturale  
 
Bollite l’acqua, aggiungete il cacao e le spezie.Lasciate intiepidire e riposare per qualche minuto. Riscaldate nuovamente e, segradito, dolcificate a piacere.


1

Leggi anche...

Sezioni...

Ultimi articoli

Cacao e cioccolato, una lunga e prelibata storia...

09/04/2019, 17:35

Cacao-e-cioccolato,-una-lunga-e-prelibata-storia...Cacao-e-cioccolato,-una-lunga-e-prelibata-storia...Cacao-e-cioccolato,-una-lunga-e-prelibata-storia...Cacao-e-cioccolato,-una-lunga-e-prelibata-storia...

Tutto ebbe inizio da una antica leggenda atzeca

Create a website