400dpiLogo

facebook
instagram
SmallLogoBW

I contenuti presenti sul blog Naturalmente Free non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. 
Copyright © 2018 Naturalmente Free by Isabella Vendrame. All rights reserved.

 

20181126190917

Naturalmente Teff

135760084258494275394891021837133402019100o

Il Teff...  minuscolo e prezioso cereale africano, uno scrigno di preziosi nutrienti. 

 

Mi ha conquistata subito!

 

Gustoso, estremamente digeribile, energetico, si presta a mille usi in cucina.

 

Vi accompagnerò a scoprirlo, suggerendovi come portarlo in tavola in modo semplice e naturale, attraverso ingredienti genuini e ricette facili e veloci da preparare.

Dal primo piatto fino al dessert, dalla colazione alla merenda, per incontrare sapori nuovi e scoprire nuove idee... naturalmente senza glutine, naturalmente vegetali, naturalmente buone!

 

Un cereale adatto a tutti, ricco di fibre e dal basso indice glicemico, non solo per chi necessita di togliere il glutine dalla propria alimentazione, ma per chi cerca nutrimento e vitalità, benessere e piacere insieme.

 

In collaborazione con LT Africa Teff.

 

 

19/03/2019, 16:54

crostatine, kiwi, crema al cacao



Crostatine-di-Teff-Rosso-alla-crema-di-cacao-e-kiwi
Crostatine-di-Teff-Rosso-alla-crema-di-cacao-e-kiwi
Crostatine-di-Teff-Rosso-alla-crema-di-cacao-e-kiwi
Crostatine-di-Teff-Rosso-alla-crema-di-cacao-e-kiwi


 Un dessert goloso e genuino, naturalmente senza glutine e al 100% vegetale!



Undessert goloso e genuino, naturalmente senza glutine e al 100% vegetale!

INGREDIENTI(per 6 crostatine): 
per la frolla 
120 gr di farina di TeffRosso Lt Africa Teff® 
130 gr di farina di granosaraceno bio 
mezzo cucchiaino dibicarbonato 
30 gr di zucchero dicanna integrale 
80 ml circa di acqua 
40 ml di olio di mais 

per la crema 
300 ml di bevandavegetale bio di sorgo 
30 gr di amido di mais 
1 cucchiaio di cacaoamaro 
1 cucchiaio di sciroppodi riso o agave 

per decorare 
2o 3 kiwi verdi o gold 
cacaoamaro q.b. 

Comeprima cosa preparate la crema. In un pentolino versate la bevanda vegetale, io ho scelto il sorgo poichè molto dolce e dal gusto nocciolato, poil’amido di mais, il cacao amaro, lo sciroppo di riso. Mescolate con una frustae lentamente, a fuoco basso, portate a bollore. Continuate a mescolare un paiodi minuti mentre la crema addensa. Procedete poi con la frolla mescolando tuttigli ingredienti fino ad ottenere un panetto facilmente lavorabile. Foderate ivostri stampini o, in alternativa, uno stampo unico da crostata, tenete i bordialti e farcite con la crema al cioccolato. Cucinate in forno per circa 15minuti. Fate raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero. Almomento di servire tagliate a fettine i kiwi in modo da disperdere il menopossibile la vitamina C, spolverate con il cacao e... mangiate! 

Un dessert goloso nondeve per forza essere pieno di grassi e zuccheri, di glutine e lattosio, ma puo’essere anche così, ricco di fibre, di proteine vegetali, di minerali e vitamine,di preziosi antiossidanti e completamente vegetale
Non solo non pesa sulladigestione grazie all’assenza di glutine e lattosio, ma grazie alle farine diteff e grano saraceno, ci garantisce tutti gli amminoacidi essenziali! 

Per la frolla ho sceltoproprio di abbinare l’antico cereale africano al nostro pseudocereale pereccellenza, il grano saraceno, ormai sempre più diffuso e conosciuto, poiché insiemeregalano un intenso sapore di nocciola, un gusto rustico che si sposaperfettamente con la crema al cacao. 

Queste crostatine sonogià complete e deliziose così, volendo solo con la crema e magari servite conuna granella di nocciole, ma per un piacevole contrasto di sapori e un allegroeffetto cromatico, ho deciso di farcirle con delle fettine di kiwi. 

Se gradite quindi untocco fresco e fruttato a questo dolce, scegliete proprio il kiwi, principe diquesta stagione e ricco di vitamina C, utile per assimilare al meglio il ferropresente in importanti quantità sia nelle farine, quanto nel cacao amaro!Aggiungete inoltre fibre utili per l’intestino, antiossidanti e un enzima, l’actinidina,che facilita la digestione! 

E, se vi avanza un po’ difrolla, preparate a parte dei biscottini per la colazione!
18/03/2019, 17:10

kiwi, frullato kiwi



Kiwi,-raggi-di-salute!
Kiwi,-raggi-di-salute!
Kiwi,-raggi-di-salute!
Kiwi,-raggi-di-salute!


 Succosi e dolcemente aciduli per fare il pieno di vitamina C.



Succosie dolcemente aciduli per fare il pieno di vitamina C. 

Originaridella Cina, i kiwi, vengono esportati dagli inglesi all’inizio del secoloscorso in Nuova Zelanda dove vennero ribattezzati "kiwi fruits" cioè frutti deikiwi, gli uccelli dalle forme tondeggianti e dal piumaggio bruno, simbolonazionale neozelandese. 

In Europa ein Italia questi frutti arrivano negli anni Settanta e l’Italia ne diviene ilmaggior produttore mondiale con una coltivazione concentrata soprattutto nellaregione Lazio. 
La varietàpiù diffusa è quella classica caratterizzata da una polpa verde brillante riccadi clorofilla e dai semini neri disposti a raggiera al centro del frutto. 
Direcente si sta diffondendo il "Kiwi Gold", dalla dolce polpa gialla e a bassaacidità. 

Questifrutti sono famosi per essere un concentrato di vitamina C che rafforza il sistema immunitario e aiuta a prevenireinfluenze e raffreddori. Bastano solo 2 kiwi per fornirci oltre il 150% delladose giornaliera raccomandata. L’acido ascorbico, inoltre, agisce comeantiossidante ed è essenziale per la produzione di collagene e l’assimilazionedel ferro. 
Tra le vitamine anche la A ela K, utili per la salute delle ossa. 
Il kiwi contiene anche folati(vitamina B9) importanti per le donne in gravidanza e durante l’allattamento. 

Il kiwi èdenso di minerali tra cui fosforo, calcio, ferro, ma il principale è il potassio con ben 320 mg ogni 100 g,indispensabile per il tono muscolare e per favorire la concentrazione. 
Tra gliantiossidanti ricordiamo la quercitinail cui apporto può ridurre il rischio di malattie cardiache e la luteina fondamentale per proteggerepelle ed occhi dai danni della luce e dei raggi UV. 

Laricchezza di fibre e di pectinecaratterizza questo frutto alleato dell’intestino, migliorando il transitointestinale e favorendo l’evacuazione in chi ha problemi di stpsi. L’elevataquantità di fibra solubile, però, può avere effetti lassativi, variabili dapersona a persona. Le fibre, inoltre, esercitano un controllo sul colesterolo egli zuccheri nel sangue, rendendo il kiwi adatto a chi è affetto da diabete oinsulino-resistenza. 

Attenzione! 
Il kiwirientra nella lista delle allergie alimentari più diffuse. Il principaleimputato delle reazioni allergiche è l’enzimaactinidina, un enzima simile alla bromelina dell’ananas e alla papaina dellapapaia, coinvolto nella scissione delle proteine e utile pertanto per la lorodigestione. Non a caso, spesso, chi è allergico ai kiwi lo è anche a papaia edananas. Esiste anche una cross reattività, cioè una reazione associata allattice e al polline di betulla, per cui chi mostra allergia verso questesostanze dovrebbe evitare il consumo del kiwi. Indipendentemente dallo statoallergico, questi frutti possono dare irritazione all’interno della bocca acausa della presenza di piccoli cristalli aghiformi di ossalato di calcio chepossono irritare la mucosa orale.    

Losapevi che... 
- La parola kiwietimologicamente deriva dal greco "aktis" che significa raggio in riferimentoal fiore e alla polpa del frutto che sono disposti a ruota? 
- Il kiwi è diventato un prodottotipico italiano e quello di Latina è l’unico in Italia e uno dei due europei tutelatidal marchio Igp? 
- Per far maturare i kiwibasta riporli per alcuni giorni in un sacchetto di carta insieme a delle mele?  

Laricetta energizzante: il frullato di kiwi e banana 
Ingredienti(per 2 persone):3 kiwi1 banana300 ml di latte dimandorla  
Pelatei kiwi, tagliateli a fettine e frullateli insieme alla banana e al latte dimandorla. Se gradito dolcificate con dello sciroppo di acero o con un cucchiaino di cannella!
14/03/2019, 17:59

teff bianco, torta salata, cavolo nero, zucca



Torta-salata-di-Teff-con-cavolo-nero-e-zucca
Torta-salata-di-Teff-con-cavolo-nero-e-zucca
Torta-salata-di-Teff-con-cavolo-nero-e-zucca
Torta-salata-di-Teff-con-cavolo-nero-e-zucca
Torta-salata-di-Teff-con-cavolo-nero-e-zucca


 Rustica ed appetitosa, con un sapore di genuina bontà



Rusticaed appetitosa, con un sapore di genuina bontà

INGREDIENTI: 
100gr di farina di Teff Bianco Lt Africa Teff® 
50gr di farina di farina di mais fioretto 
1pizzico di sale 
100ml di acqua circa 
20ml di olio di mais 
300gr circa di cavolo nero 
150gr circa di zucca 

Mescolateinsieme gli ingredienti fino ad ottenere un impasto facilmente lavorabile.Avvolgetelo nella pellicola e riponetelo mezz’ora circa in frigorifero. Nelfrattempo pulite e sminuzzate le foglie di cavolo nero e grattugiate la zucca.Spadellate le verdure con un paio di mestoli di acqua e un pizzico di sale. Unavolta assorbita l’acqua lasciate raffreddare, strizzate ulteriormente leverdure e usatele per farcire la crostata. Foderate con la frolla la vostratortiera, tenete i bordi un po’ alti, farcite e ripiegate i bordi. Cucinate inforno caldo a 180 gradi per circa 15 minuti. Servite calda o fredda. 

Quando inizio a sentirela primavera in arrivo, mi viene subito voglia di preparare torte e crostatesalate. Sono l’ideale per portare in tavola le verdure tipiche i questastagione come il cavolo nero appunto, ma anche cicorie, tarassaco, biete,spinaci e carciofi. Si prestano per un pranzo allegro in famiglia, oppure peressere mangiate fredde e portate via per un picnic sul prato. 

E’ la prima volta che housato la farina di teff bianco per realizzare questa pasta brisè e il risultatoè stato molto soddisfacente poiché il teff riempe di gusto e valorizza il "rustico"della torta, lega molto bene e rende facile la lavorazione dell’impasto ed infine,arricchisce di proteine dall’alto valore biologico e di fibre. 

Una ricetta quindi completanel gusto e nel nutrimento, con sapore davvero di genuina bontà!

Il cavolo nero, famososoprattutto in toscana come ingrediente protagonista della ribollita, negliultimi anni si è molto diffuso e ormai risulta davvero semplice trovarlo.Fresco, ma anche, per necessità, surgelato. 
Poco calorico e privo digrassi, ma ricco di fibre utili per riattivare l’intestino, questo ortaggiorisulta quindi sazianti ed utile per chi deve perdere peso. 
Grazie alla vitamina K eagli acidi grassi omega 3, il cavolo nero ha una forte capacitàantinfiammatoria. Ciò però che lo rende straordinario è la presenza diantiossidanti, ben 50 tipi differenti di flavonoidi che aiutano a contrastarelo stress ossidativo e a prevenire lo sviluppo di molte patologie croniche. 

L’unione con la zuccasmorza il sapore intenso del cavolo ed aggiunge fibre e colore alla ricetta. 

Servite la torta salatacalda, magari dopo una vellutata detox, oppure tiepida insieme ad un piatto abbondantedi verdura cruda depurativa come radicchio, rucola e carciofi condita conlimone ed olio extravergine di oliva.


13441

Leggi anche...

Sezioni...

Ultimi articoli

Crostatine di Teff Rosso alla crema di cacao e kiwi

19/03/2019, 16:54

Crostatine-di-Teff-Rosso-alla-crema-di-cacao-e-kiwiCrostatine-di-Teff-Rosso-alla-crema-di-cacao-e-kiwiCrostatine-di-Teff-Rosso-alla-crema-di-cacao-e-kiwiCrostatine-di-Teff-Rosso-alla-crema-di-cacao-e-kiwi

Un dessert goloso e genuino, naturalmente senza glutine e al 100% vegetale!

Kiwi, raggi di salute!

18/03/2019, 17:10

Kiwi,-raggi-di-salute!Kiwi,-raggi-di-salute!Kiwi,-raggi-di-salute!Kiwi,-raggi-di-salute!

Succosi e dolcemente aciduli per fare il pieno di vitamina C.

Torta salata di Teff con cavolo nero e zucca

14/03/2019, 17:59

Torta-salata-di-Teff-con-cavolo-nero-e-zuccaTorta-salata-di-Teff-con-cavolo-nero-e-zuccaTorta-salata-di-Teff-con-cavolo-nero-e-zuccaTorta-salata-di-Teff-con-cavolo-nero-e-zuccaTorta-salata-di-Teff-con-cavolo-nero-e-zucca

Rustica ed appetitosa, con un sapore di genuina bontà

Create a website